Diventare imprenditore online: i segreti per avviare il tuo business sul web

diventare imprenditore online
diventare imprenditore online

Diventare imprenditore online: i segreti per avviare il tuo business sul web

Facebook
WhatsApp
Telegram

Un numero sempre crescente di persone sta maturando l’idea di diventare imprenditore online.

È un lavoro che ha sicuramente il suo fascino e, come vedremo, una serie molto lunga di vantaggi, ma che in pochi conoscono realmente e, soprattutto, in pochissimi hanno le competenze per parlarne.

Su internet si legge di tutto e di più, al punto che fare una ricerca sull’imprenditoria online diventa quasi un’impresa impossibile.

Ho deciso di trovare una soluzione al problema, raccogliendo per te in pochi paragrafi quello che hai bisogno di sapere su chi è e come diventare un imprenditore online.

Bada bene: l’argomento è vasto e nessuna guida, per quanto completa, può fornirti tutte le indicazioni necessarie.

Quello che sto per proporti è solo un punto di partenza, un trampolino di lancio per avviarti alla scoperta della figura dell’imprenditore digitale.

Una figura che già oggi, ma ancor più nei prossimi anni, riguarderà tutti noi.

Chi è l’imprenditore online?

Quella di imprenditore online è una definizione piuttosto recente, ma altrettanto non si può dire dell’attività che svolge.

A ben vedere, infatti, l’imprenditoria online ha alle spalle una già lunga tradizione, caratterizzata da una crescita costante e da un potenziale che solo nell’ultimo decennio si è espresso al meglio.

Parallelamente ai primi servizi online, come anche ai primi siti di e-commerce, sono nate le prime possibilità di diventare un imprenditore digitale.

Inizialmente questa figura era quasi sempre “ibrida”, a metà strada tra il mondo di internet e quello del lavoro tradizionale.

Con il passare degli anni, però, alcuni business si sono evoluti in un forma puramente digitale.

Basti pensare al mondo delle affiliazioni, di cui parlo ampiamente nel mio nuovo corso ROIBOOK NRG.

Grazie ai nuovi network e a realtà che muovono centinaia, migliaia di miliardi di euro come Amazon, è possibile avviare dei business che si sviluppano e crescono esclusivamente online.

I vantaggi di questo tipo di attività, come puoi ben intuire, sono enormi.

Rispetto ad un business tradizionale hanno molte meno spese, non necessitano di un grosso capitale iniziale (rispondendo alle esigenze di chi si chiede come diventare imprenditore senza soldi) e, di conseguenza, hanno un rischio di impresa minimo.

Detto in totale sincerità, oggi uno dei pochissimi sistemi (se non l’unico) a permettere di diventare imprenditore da zero è proprio quello legato ai business online.

ROI e scalabilità

Il vantaggio principale è comunque quello legato alla scalabilità dell’impresa, ovvero alla possibilità di ampliare il proprio giro di affari senza dover aumentare proporzionalmente le spese.

L’imprenditoria digitale permette infatti di ottenere un importante aumento dei profitti con una variazione minima dell’investimento.

Questa dinamica è ben rappresentata da una variabile, chiamata ROI (Return On Investment), che misura il ritorno economico su quanto investito.

Nel caso delle attività online questo valore può essere incredibilmente alto: ciò significa che ad una piccola cifra investita corrisponde un guadagno superiore di diversi ordini di grandezza.

Non c’è bisogno di specificarti che non tutti i business su internet rispecchino caratteristiche simili: basare la propria attività online non è garanzia di successo e non è detto che un imprenditore digitale non possa fallire al pari di un qualsiasi altro imprenditore tradizionale.

Quelle che ti sto raccontando sono le dinamiche generale che regolano questo mondo.

Sono le possibilità, ovvero le cose che è “possibile” accadano, non certezze.

Certezze di successo non può dartele né internet, né qualsiasi altro sistema di guadagno.

Quello che fa il buon imprenditore è trasformare queste possibilità in realtà, sfruttando le occasioni che gli si pongono davanti e che oggi, proprio grazie ad internet, sono più numerose che mai.

Se sei curioso di sapere quali siano effettivamente le possibilità che offre il web in questo senso, sono pronto a farti alcuni esempi.

Una delle più interessanti è senza dubbio quella legata al pubblico.

Un’attività tradizionale, un negozio ad esempio, ha accesso ad un pubblico determinato da alcuni vincoli che nemmeno il migliore degli imprenditori può del tutto eliminare.

diventare imprenditore online

Pensa ad esempio al punto in cui sorge l’attività.

Se apro un punto vendita a Padova, per forza di cosa gran parte della mia clientela sarà limitata agli abitanti di Padova e dintorni.

Certo, ci sarà anche qualcuno di passaggio.

Sì, posso offrire un servizio di spedizioni (ma per gli ordini dovrei affidarmi, in ogni caso, ad internet).

In ogni caso, per forza di cose dovrò cercare i miei potenziali tra chi è fisicamente vicino al mio negozio.

Internet abbatte questo inconveniente, permettendo di accedere una platea di compratori (non solo di un prodotto, ma anche di un servizio) che può includere milioni e milioni di persone in tutto il mondo.

Se quanto detto ti può sembrare scontato, aggiungi anche questo vantaggio correlato.

Puoi avere un’analisi dettagliata del tuo pubblico, capirne gli interessi, fidelizzarlo e, con opportune strategie, indirizzarlo verso ulteriori acquisti.

Non sei limitato a proporre un unico prodotto, le cui vendite potrebbero risentire di vari inconvenienti (scarsa disponibilità, interesse del pubblico scemato, problemi di produzione), ma hai creato un sistema che resta in piedi nonostante le fluttuazioni del mercato.

Questi soli e semplici aspetti la dicono lunga su come i business online, ad oggi, possano essere molto più solidi delle attività tradizionali.

Requisiti per diventare imprenditore online

Quando parlo del mio lavoro, una delle cose che mi viene chiesta più di frequente è se per diventare imprenditore sia necessario possedere particolari requisiti.

La risposta è sì, ma i requisiti a cui mi riferisco sono ben diversi da quelli tradizionali.

Partiamo da una prima, grande verità: non è richiesto alcun titolo di studio specifico.

Il che risponde ad una seconda gettonatissima domanda, e cioè se sia possibile diventare imprenditore senza laurea.

Assolutamente sì: l’imprenditoria e la formazione universitaria, per quanto possano avere dei tratti in comune, sono due mondi che possono perfettamente fare a meno l’uno dell’altro.

Esistono tantissimi imprenditori che non hanno una laurea, così come esistono tantissimi laureati che con l’imprenditoria non hanno nulla a che vedere.

No, non voglio farti uno di quei discorsi che vanno tanto in voga al momento su quanto sia inutile continuare con gli studi.

L’ho detto e lo ripeterò sempre: studiare è alla base del successo, per un imprenditore così come per chiunque altro.

Del resto se per il mio corso ROIBOOK NRG ho potuto utilizzare un approccio ingegneristico, votato alla massima ottimizzazione dei contenuti e alla maggior efficacia possibile, è proprio grazie alla mia formazione da ingegnere.

Gli studi universitari, quindi, possono sicuramente fornire delle conoscenze e delle competenze utili per avviare e gestire un business, ma sono un plus, non un requisito.

La risolutezza

L’unico grande vero requisito che questo mondo esige è la risolutezza.

Serve sempre, sia quando si è all’inizio della scalata, sia quando si è già arrivati ad un buon livello e, com’è naturale, verrebbe voglia di adagiarsi sugli allori.

Serve all’inizio, perché è quella forza che ti spinge ad avventurarti in un percorso a te ancora ignoto e che ti pone mille interrogativi.

Quando i concetti che stati studiando ti sembrano particolarmente ostici, quando credi di non avere le carte in regola per potercela fare, lì interviene la risolutezza e ti permette di superare ostacoli che, col senno di poi, ti sembreranno più piccoli di quanto non ti sembrasse prima.

Sarai felice allora di non esserti lasciato sopraffare, e anche fiero di quanto sei stato in grado di fare.

Ma, come ti dicevo, la risolutezza serve anche quando la tua carriera è già avviata e fruttuosa.

Internet è un mondo dinamica, in continua evoluzione, ed esige che anche chi lo utilizzi sia altrettanto dinamico e pronto al cambiamento.

In questo caso la risolutezza ti aiuta ad affrontare le nuove sfide senza lasciarti intimorire, senza credere che alcuni cambiamenti del sistema possano distruggere tutto quello che hai creato.

Questo, sì, è un requisito: essere sempre risoluto.

Come diventare imprenditore online

Hai la risolutezza, hai tutta la volontà di questo mondo, ma non hai idee per diventare imprenditore.

Devi lasciar perdere?

Niente affatto: ti spiego subito come diventare imprenditore digitale anche se ti sembra di vivere un vuoto totale.

Partiamo da un presupposto: avere un’idea iniziale di business è una buona cosa, soprattutto se riguarda un settore che conosci bene.

Sai già quali sono le esigenze dei clienti e cosa potresti offrire per avere un vantaggio rispetto alla concorrenza.

Tuttavia, non è un requisito fondamentale: puoi partire anche dallo zero assoluto, senza sapere nulla di questo mondo e senza avere in mente un piano d’azione.

diventare imprenditore online

In questo caso, però, è indispensabile che inizi il tuo percorso affidandoti a delle fonti affidabili, a dei consigli cioè che ti mostrino verso che direzione dare i primi passi e le cose da evitare se non vuoi andare verso un fallimento sicuro.

È la fase primordiale dell’imprenditore digitale, quella che precede la creazione del business vero e proprio.

C’è chi ti dirà che puoi fare tutto da solo e che è sufficiente guardare qualche video per avere tutto il necessario per iniziare.

Se vuoi perdere tempo e denaro, fai pure.

Dal mio punto di vista, iniziare in questo modo è il sistema più veloce per fallire e rinunciarci dopo qualche settimana (se ti va bene), o più probabilmente qualche giorno.

All’inizio hai bisogno di un percorso strutturato, che ti mostri esattamente cosa devi fare non solo per dare il via alla tua carriera, ma anche per diventare autonomo nelle decisioni future.

Tutto questo può dartelo solo un corso vero e proprio e che, mi raccomando, sia destinato anche ai principianti.

L’ho tenuto a mente quando ho realizzato ROIBOOK NRG, che infatti è un supporto di studio adatto a tutti: a chi parte da 0, come a chi ha già un po’ di esperienza alle spalle ma vuole ulteriormente migliorare le proprie competenze.

Conclusioni

In un mondo del lavoro sempre più instabile e altalenante, l’imprenditoria online è al momento uno dei pochi baluardi che riesce a resistere alle fluttuazioni del mercato.

Se c’è una cosa che gli ultimi ci hanno insegnato è che non esiste un’occupazione esente dai rischi.

Abbiamo visto chiudere nel giro di poche settimane attività storiche, considerate inaffondabili, così come abbiamo visto ridimensionarsi realtà che fino a poco tempo fa erano leader del proprio settore.

Non deve stupirci che sempre più persone siano attratte dall’idea di diventare un web imprenditore.

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, questo tipo di lavoro online permette, se gestito oculatamente, di avere sempre le spalle coperte e di dare una notevole svolta alla propria carriera lavorativa.

Non è possibile racchiudere in un’unica guida tutto quello che occorre sapere per iniziare un percorso simile.

Ne abbiamo scoperto insieme i tratti essenziali ma, se sei veramente interessante all’argomento e vuoi crearti una formazione di livello, devi ricorrere a strumenti più adatti allo scopo, che non siano un solo articolo o un solo video da pochi minuti.

I corsi come ROIBOOK NRG ti permettono di diventare un professionista del settore in poco tempo, a patto di investirci tempo ed attenzione.

Se, almeno inizialmente, un corso può sembrarti più dispendioso in termini di tempo rispetto alle varie risorse “rapide” che trovi sparse qua e là in giro per il web, presto ti accorgerai che non è affatto così.

Avere delle lezioni ben strutturate, che trattano gli argomenti necessari senza ripetizioni e senza informazioni inutili, ti permette di apprendere più rapidamente e con meno fatica rispetto a delle fonti disomogenee.

Da questo punto di vista, e posso dirtelo per esperienza, non esiste un supporto che possa competere con un corso ben strutturato.

Il tuo tempo è prezioso, più di ogni altra cosa.