ActiveCampaign (recensione): come funziona, prezzi e alternative

ActiveCampaign è uno dei tool più interessanti del momento per chi fa email marketing. Permette non solo di creare newsletter e delle campagne di Direct Email Marketing, ma anche di automatizzare le vendite, offrendo funzioni avanzate anche nella gestione dei clienti.

Molte aziende hanno già scelto ActiveCampaign tra le tante piattaforme di email marketing sul mercato, e ogni giorno sfruttano i benefici che questo servizio offre.

Oggi parleremo di quali sono le caratteristiche e i punti di forza di questo software, e quali sono i motivi che dovrebbero spingerti a preferirlo rispetto ad altre alternative con cui verrà messo a confronto.

Se vuoi approfondire il discorso sull’email marketing, ti rimando al mio corso Online Marketing Per Imprenditori.

Cos’è e come funziona ActiveCampaign

Più che un programma vero e proprio, ActiveCampaign è una suite che integra al suo interno diversi strumenti pensati per chi fa marketing online.

Il suo habitat naturale è, comunque, quello del marketing via mail. Da questo punto di vista si presenta molto simile ad altre piattaforme come MailChimp e GetResponse, pur differenziandosene per alcuni aspetti che verranno approfonditi nei prossimi paragrafi.

ActiveCampaign, però, è particolarmente apprezzato per le sue automazioni, che permettono di mettere in piedi dei sistemi di lead generation e vendita completamente autonomi, che non richiedono cioè l’intervento di un operatore umano per arrivare al risultato desiderato.

La piattaforma è dotata anche di un vero e proprio CRM (customer relationship management), ovvero di un software incentrato sulle relazioni con i clienti e la gestione degli ordini, funzionando quindi come un vero e proprio sistema a 360°.

ActiveCampaign gode già dell’integrazione con tantissimi programmi del mondo web e marketing, come ad esempio WordPress e alcuni suoi noti plugin. ActiveCampaign e WooCommerce, ad esempio, funzionano perfettamente in simbiosi.

Cosa puoi fare con ActiveCampaign

La versatilità di ActiveCampaign lo rende adatto a diversi scopi: di seguito sono elencati quelli principali.

Per iniziare iscriviti qui alla piattaforma (la prova è gratuita).

Email marketing

ActiveCampaign si propone innanzitutto come software di email marketing, e in questa veste è veramente una delle migliori alternative sul mercato.

Permette di creare campagne di diverso tipo, dall’invio di mail standard a una o più liste contatti fino alla creazione di campagne automatizzate che vengono utilizzate ogni qual volta un nuovo utente si iscrive alla lista, e che non necessitano di nessun intervento esterno per avviare il processo di nurturing.

Non manca una sezione dedicata allo Split Test, anche detto A/B Test: consiste nell’inviare a gruppi di membri mail diverse tra loro, così da testare quali sono quelle che rendono meglio in termini di click e conversioni. È una funzione estremamente utile, perché permette di ottimizzare il proprio funnel basandosi su dati reali e non su semplici ipotesi.

ActiveCampaign si rivela estremamente versatile anche nella realizzazione vera e propria delle mail. L’editor funziona con un sistema a blocchi, simile a quello usato, ad esempio, da piattaforme come WordPress.

Nel corpo della mail è possibile inserire diversi tipi di contenuti, dai semplici blocchi di testo alle immagini, passando per video, pulsanti e blocchi di codice HTML personalizzato. Creata la mail, non resta che pianificarne l’invio, sfruttando le numerosi opzioni messe a disposizione dalla piattaforma.

Il software è particolarmente avanzato anche nella gestione e nella segmentazione delle liste contatti, grazie a soluzioni come i tag che permettono di associare ai vari utenti delle etichette che ne specificano gusti e abitudini, così da creare campagne su misura del proprio pubblico e ottimizzare l’efficacia delle mail.

Da sottolineare come ActiveCampaign si integri alla perfezione con il proprio sito web, grazie ad una serie di moduli di diverso tipo messi a disposizione dell’utente, che vanno dal pop-up al floating box e che permettono di gestire al meglio il processo di iscrizione alla newsletter.

Landing Page

A differenza di altri software di mail marketing, ActiveCampaign integra anche un potente strumento per la creazione di Landing Page.

activecampaing landing pages

Grazie ad un editor con sistema Drag&Drop, è possibile realizzare in pochi minuti delle pagine di vendita estremamente accattivanti.

È possibile scegliere uno dei modelli presenti nella libreria della piattaforma, così da abbattere i tempi, e personalizzarlo per venire incontro alle esigenze del proprio target e aumentare le interazioni.

La creazione delle landing page è totalmente visuale: non occorre scrivere nemmeno una riga di codice. Si adatta, quindi, anche ai principianti assoluti.

Altro

Non sono solo le mail a fornire un canale di comunicazione diretto con i propri clienti (o con quelli che potrebbero potenzialmente esserlo). Alcune strategie di marketing si basano, ad esempio, sugli SMS.

ActiveCampaign permette di creare campagne anche di SMS Marketing, così da raggiungere quella parte del pubblico che è poco avvezzo all’utilizzo della posta elettronica. Certo, parliamo di una nicchia molto più piccola, ma che in alcuni casi può essere utile non trascurare.

La piattaforma, come già accennato, integra in uno dei sue pacchetti anche servizi tipici dei CRM, ovvero dei software pensati per la gestione delle relazioni con i clienti (Customer Relationship Management).

Il vantaggio di utilizzare un servizio di questo tipo interno al programma di email marketing è di avere tutte le informazioni in unico luogo.

Le conversazioni avute con utente, le sue preferenze, le sue interazioni: tutte queste metriche aiutano a migliorare il proprio processo di conversione e a gestire con più efficacia i lead acquisiti e le liste dei contatti.

La feature che più di ogni altra permette ad ActiveCampaign di distinguersi dalla concorrenza è, però, la creazione delle automazioni.

Si tratta di processi sequenziali che, in maniera del tutto automatica, permettono di raggiungere ottimi risultati nel lead nurturing. È possibile creare dei flussi che associano, ad un’azione dell’utente detta trigger (per esempio, l’iscrizione alla newsletter), delle controazioni da parte della piattaforma (l’invio di una mail o di un SMS, ma non solo).

Queste automazioni semplificano il lavoro del marketer, che può mettere in piedi dei processi personalizzati per i vari scenari possibili nelle sue campagne.

Prezzi: quanto costa ActiveCampaign

ActiveCampaign è un tool a pagamento, e non ne esiste una versione base gratuita. C’è la possibilità, però, di godere un periodo di prova della durata di 14 giorni a costo zero: una buona occasione per iniziare a conoscere il software senza dover sborsare nemmeno un centesimo.

Quanto alla versione completa, il prezzo di ActiveCampaign varia in base sia al tipo di servizio che al piano scelto. Al momento dell’acquisto, infatti, si può scegliere se acquistare il software Marketing (automazione di email e marketing), quello Sales (CRM e Sales engagement) o il pacchetto che contiene entrambi.

activecampaign prezzo

Sono disponibili diversi piani, che variano molto sia come tariffa richiesta (si va da 9 a 386 dollari mensili), sia come funzioni e servizi offerti. ActiveCampaign offre inoltre la possibilità di creare un piano personalizzato in base alle proprie esigenze, contattando direttamente il reparto vendite.

Per maggiori informazioni sui prezzi di ActiveCampaign e sulle feature dei vari piani disponibili, ti rimando al sito ufficiale della piattaforma.

Alternative ad ActiveCampaign

ActiveCampaign vs Mailchimp

Quando si parla di email marketing, Mailchimp è senza dubbio uno dei tool più popolari e con una tradizione più solida alle spalle.

Dal confronto con ActiveCampaign, però, non ne esce benissimo: quest’ultimo, infatti, ha da offrire molte più feature e una gestione degli aspetti relativi al marketing sicuramente più avanzata.

Dal canto suo Mailchimp risulta essere più economico, e proprio la minor quantità di funzioni lo rende anche più semplice da usare per progetti di piccole dimensioni.

ActiveCampaign vs GetResponse

Un altro servizio che somiglia molto ad ActiveCampaign è GetResponse. Anche in questo caso ci troviamo davanti ad un tool pensato soprattutto per l’email marketing.

GetResponse offre anche la possibilità di creare dei funnel di conversione, funzione che ad oggi invece manca ad ActiveCampaign.

Il vantaggio viene però recuperato quando si analizza la qualità e la flessibilità dell’editor dei due servizi. In questo caso è Active Campaign a spuntarla, con un editor per molti aspetti superiore alla concorrenza.

Quanto al prezzo, confrontando i vari piani e quello che ognuno di essi offre, è piuttosto evidente che sia GetResponse il più economico: tra l’altro, è disponibile anche un piano base totalmente gratuito.

Questo servizio è quindi da preferire se si cerca un tool economico e mirato al marketing via mail, con la possibilità di creare landing e funnel. La qualità del supporto e delle automazioni, invece, fanno pendere l’ago della bilancia verso ActiveCampaign.

ActiveCampaign vs AWeber

Se si parla di email marketing, non si può non parlare anche di AWeber, uno dei servizi più usati e apprezzati in questo settore.

Come si comporta se messo a confronto con ActiveCampaign? Beh, stavolta le differenze tra i tuoi tool sono piuttosto evidenti. AWeber, infatti, è un software molto più specializzato nell’invio di mail e newsletter.

Basti pensare che offre più di 700 template: ActiveCampaign, invece, si ferma a 25 modelli pronti all’uso. AWeber, però, non offre alcuna funzione di CRM (disponibile invece nel pacchetto completo di ActiveCampaign), né può essere utilizzato per la gestione di campagne via SMS.

In definitiva, quindi, si tratta di due programmi piuttosto diversi, che trovano nell’email marketing il loro unico punto di contatto. AWeber risulta più comodo ed economici per chi ha bisogno solo di uno strumento per le mail; ActiveCampaign, invece, è uno strumento più dinamico e trasversale, anche se più costoso.

Altre alternative

I tre sopra elencati non sono gli unici servizi che puoi utilizzare al posto di ActiveCampaign. Non mancano altre alternative in grado di sostituirlo, anche se talvolta non del tutto.

Se dovessi farti qualche nome, ti consiglierei di valutare piattaforme come MailUp, che ti permette di fare marketing non solo via mail, ma anche utilizzando SMS e app di messaggistica come WhatsApp e Telegram. Offre, inoltre, un’ottima gestione delle mailing list e, cosa che non dispiace mai, è un programma Made in Italy, con supporto e assistenza in italiano.

Se invece hai bisogno di un’alternativa che ti rubi meno budget possibile, prendi in considerazione ConvertKit. È ideale per realtà di piccole e medie dimensioni: già in 400.000 lo hanno scelto.

Ha il vantaggio di offrire un ottimo piano base gratuito, a cui si affiancano abbonamenti a pagamento con costi molto concorrenziali (a partire da 9 dollari al mese). Ha un po’ meno funzioni di software più professionali (e costosi), ma in molti casi va più che bene.

Giudizio conclusivo

Non è possibile impostare una buona strategia di marketing senza curare la comunicazione con i clienti e, quindi, senza sfruttare a dovere le potenzialità offerte dalle email.

Come evidenziato da numerosi studi del settore, l’email marketing è il sistema di promozione con il ROI più alto, nonché il più usato dalle aziende di tutto il mondo, in ogni segmento del mercato.

È indispensabile, quindi, appoggiarsi ad uno strumento dedicato come ActiveCampaign, o come una delle alternative che ti ho mostrato nei paragrafi precedenti.

Se opterai per ActiveCampaign potrai contare su uno strumento completo, che può essere usato anche come CRM e che, oltre alle email, offre anche funzioni ad esse affini come l’SMS marketing e la creazione delle landing page.

In totale onestà, ti dico anche che non è certo una delle piattaforme più economiche a tua disposizione, ma le cifre richieste dai vari abbonamenti sono, secondo me, giuste se rapportate alle tante feature e alla qualità dei servizi offerte da ActiveCampaign.

Domande frequenti su ActiveCampaign

A cosa serve ActiveCampaign?

ActiveCampaign è una piattaforma che, oltre a funzioni tipiche dell’email marketing (creazione e gestione di mailing list, invio di mail e newsletter), offre anche feature che riguardano la progettazione di landing pages, la gestione delle relazioni con i clienti (CRM) e la creazione di campagne di SMS marketing.

Quanto costa ActiveCampaign?

Il prezzo di ActiveCampaign varia in base al tipo di abbonamento scelto. È possibile acquistare il solo software per l’email marketing, il solo software per la gestione delle vendite, o il pacchetto che contiene entrambi i tool. Per tutte e tre le opzioni sono inoltre disponibili diversi piani che includono più o meno feature e servizi. Non c’è una versione gratuita del programma, ma è possibile accedere ad un periodo di prova gratis della durata di 14 giorni.

ActiveCampaign si può usare gratis?

No, ActiveCampaign non si può usare gratis: tutti i piani in abbonamento sono a pagamento. È però disponibile un periodo di prova gratuita che dura 14 giorni, grazie al quale è possibile provare la piattaforma a costo 0.a

Aiuta chi conosci a capire questi argomenti

Accedi alla Masterclass Gratuita

Come guadagnare online vendendo qualsiasi prodotto/servizio esistente….senza averne uno!​
blank
Dichiaro di aver letto ed accettato la Privacy Policy