I migliori hosting WordPress 2022 (economici e non)

I migliori hosting WordPress ti permettono di creare in pochi minuti il sito web perfetto per le tue esigenze, anche se non hai nessuna esperienza di web design.

Sono servizi adatti a tutti, dal principiante assoluto a chi invece crea siti web per lavoro. WordPress, infatti, è un CMS tanto semplice quanto potente da utilizzare.

Lascia all’utente una grande possibilità di personalizzazione, sia grafica che funzionale, permettendo comunque di optare per template già pronti per velocizzare il processo.

In questa guida ho voluto selezionare alcuni dei migliori hosting compatibili sin da subito con WordPress (spesso l’installazione è addirittura inclusa). Optando per uno degli abbonamenti proposti potrai avere subito il tuo spazio sul web, e usarlo per ospitare uno o più siti.

Se ti interessa sapere qualcosa di più riguardo la creazione e la gestione di un sito con WordPress, ti rimando al mio corso ROIBOOK NRG, in cui sono spiegati anche i modi migliori per monetizzarlo e iniziare a guadagnare con il tuo business online.

I migliori hosting per WordPress

SiteGround

SiteGround è probabilmente il servizio di hosting più popolare di sempre. I numeri parlano chiaro: ha un’esperienza nel settore quasi ventennale (è stato lanciato nel 2004) e ad oggi gestisce più di 2 milioni di domini.

Una vera e propria garanzia di qualità e affidabilità, che ogni giorno continua ad essere scelto da migliaia di web developer. Quali sono i vantaggi di questo hosting?

Molteplici, a partire dal fatto che il dominio è sempre gratuito per il primo anno, e che quindi riduce le spese iniziali che deve affrontare chi lancia un sito web. Sempre incluso nel pacchetto sono anche il certificato SSL, che peremtte di avere una connessione sicura con il server e proteggere i propri dati, e il back-up giornaliero.

Creando un sito con SiteGround si avrà in automatico, ogni giorno, la creazione di un backup da utilizzare in caso di problemi o modifiche errate. L’offerta del servizio si articola su tre piani, tutti al momento in forte offerta:

hosting wordpress siteground
  • StartUp: costa 2,49 euro al mese e permette di creare un solo sito con dominio incluso. Offre infinite email gratuite, 10 GB di spazio e la possibilità di aggiungere collaboratori. Consigliato fino a 10.000 visite mensili.
  • GrowBig: costa 4,59 euro al mese. A differenza del piano base lo spazio web sale a 20 GB e il numero di siti realizzabili è infinito. Aggiunge un PHP più veloce del 30% e i backup on-demand, ovvero su richiesta. Consigliato fino a 100.000 visite mensili.
  • GoGeek: costa 6,99 euro al mese. Simile al piano GrowBig, offre 40 GB di spazio e l’assistenza prioritaria, che permette di ricevere supporto nel più breve tempo possibile. Aumenta tutte le risorse a disposizione dell’utente e aggiunge il DNS privato senza costi aggiuntivi.

Indifferentemente dal piano scelto, l’installazione di WordPress è sempre gratuita e inclusa nel servizio.

Vedi le offerte hosting su Siteground.

Serverplan

Serverplan è un hosting per WordPress italiano, che offre ben 4 piani con diverse caratteristiche e feature. Uno degli aspetti più interessanti del servizio è che il dominio è gratuito per sempre.

Non altrettanto vale però per l’installazione del CMS WordPress che, ad esempio, non è inclusa nel pacchetto più economico. Ma andiamo per ordine e vediamo le caratteristiche e i prezzi dei singoli piani.

  • STARTERKIT WORDPRESS: costa appena 24 euro + IVA l’anno, prezzo che lo rende uno dei piani più economici sul mercato. Non mi sento comunque di consigliartelo: offre solo 5 GB di spazio web (anche se su SSD) e non include l’installazione di WordPress. Per un principiante, questo è un grosso limite. Di buono ha il backup giornaliero automatico e l’assenza di limiti sul traffico. Include la creazione di 5 account email.
  • STARTUP WORDPRESS: costa 48,30 euro + IVA l’anno. Sicuramente uno dei pacchetti più interessanti (non a caso il più venduto) include 20 GB di spazio web, la creazione di 50 account mail e fino a 20 databse Mysql su SSD. Aggiunge WordPress preinstallato (con aggiornamenti automatici) e lo staging con 1 click.
  • ENTERPRISE WORDPRESS: con questo piano, che costa 129 euro + IVA l’anno, entriamo già tra i pacchetti dedicati alle aziende. 100 GB di spazio, 100 account email, 100 database Mysql. Rispetto al pacchetto STARTUP aggiunge anche il backup e l’aggiornamento di tempi e plugin con 1 click.
  • ENTERPRISE PLUS WORDPRESS: 210 euro + IVA l’anno, lo spazio sale a 200 GB di spazio e i database Mysql a 150; invariati i 100 account email. Aggiunge performance migliori, con PHP superveloce e maggiori risorse dedicate.

VHosting

Molto interessante è anche l’offerta di VHosting, un servizio basato su Datacenter italiani. Si articola su quattro piani: WordPress Veloce 01 ,WordPress Veloce 02, WordPress Super Veloce 03 e WordPress Super Veloce 04.

Il loro costo varia da 45 a 85 euro l’anno (+ IVA). Indifferentemente dalla tariffa scelta sono inclusi il dominio gratuito per un anno e la LsCache, che permette ai visitatori di non dover ricaricare il sito se è già memorizzato nella cache.

A variare sono fattori come la quantità di spazio a disposizione (da 25 a 50 GB, ma sempre su velocissimi dischi SSD NVMe) e le risorse hardware (da 2 a 3 processori, da 2 a 4 GB di RAM dedicata).

Sempre inclusa è la migrazione di un dominio WordPress e la possibilità di creare infiniti account mail associati al sito.

Kinsta

Parlare di Kinsta è molto difficile, se non altro perché la sua offerta è una delle più ampie sul mercato. Questo servizio di hosting, infatti, mette a disposizione dell’utente ben 10 piani, che variano dall’abbonamento base a pacchetti aziendali perfetti per gestire fino a 150 siti web e installazioni WordPress.

Uno strumento flessibile, di cui è impossibile parlare con completezza vista la vastità delle sue funzioni. Proverò comunque a farti una panoramica esaustiva sull’offerta di Kinsta.

Il piano più economico è quello chiamato Starter: 35 dollari al mese, include una sola installazione WordPress ed è consigliato per chi arriva ad un massimo di 25.000 visite mensili. Lo spazio dedicato è di 10 GB.

Il più costoso è invece il pacchetto Enterprise 4: permette di avere fino a 150 siti web e gestire 2.500.000 visite mensili. È un piano di assoluto livello, con un costo importante (1650 dollari al mese), ma che fornisce all’utente anche risorse notevoli (basti pensare ai 250 GB di spazio su SSD).

I vari piani intermedi modificano gradualmente questi valori, adattandosi alle più disparate esigenze. Condividono tutti ottime prestazioni (e garanzia di sicurezza, grazie al PHP 8.0) e un servizio di supporto pressocché perfetto, con la possibilità di ricevere aiuto da assistenti italiani.

Keliweb

Non sono in pochi a considerare Keliweb il miglior hosting per WordPress per rapporto qualità prezzo. In effetti questo provider propone 4 piani davvero niente male, con ottime caratteristiche anche quando si tratta dei due abbonamenti più economici.

Prendiamo ad esempio il piano WP Start, che costa solo 34,90 euro l’anno (+IVA). Con un esborso molto contenuto (meno di 3 euro al mese) si potrà creare un solo sito web con dominio gratuito per sempre.

Le risorse hardware dedicate sono una CPU dual-core, 2 GB di RAM e 10 GB per l’archiviazione. L’installazione di WordPress avviene in un click ed è presente anche un tool per la migrazione.

Con il piano WP Start si avrà inoltre la possibilità di creare 10 caselle di posta e 3 Database. Il sito sarà gestibile attraverso il comodo pannello cPanel. Sempre presenti, inoltre, i certificati SSL e HTTP/2 e il supporto MultiPHP.

Le risorse arrivano fino a 100 GB di spazio su SSD, cpu 4-core e 8 GB di RAM scegliendo il piano più costoso, con email e database illimitati. Ottime prestazioni, garanzia soddisfatto o rimborsato, è un provider da tenere in forte considerazione.

Cloudways

Una soluzione particolare è quella offerta da Cloudways, un servizio di hosting su cloud che ha una particolarità: la fatturazione è posticipata, e paghi solo l’abbonamento che si è rivelato più adatto alle tue esigenze.

Ce ne sono di quattro tipi, con prezzi che vanno dai 10 agli 80 dollari mensili. Le risorse a disposizione dell’utente variano molto in base al piano scelto.

Lo spazio a disposizione, ad esempio, parte da un minimo di 25 GB per il piano più economico a ben 160 GB per quello più costoso. Lo stesso vale per la RAM (da 1 a 8 GB) e per il processore (da 1 a 4 core).

Alcune caratteristiche sono invece comuni a tutti i piani: migrazione e certificato SSL gratuiti, assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7 (ma solo in inglese) e backup automatici.

Namecheap

Se quello che cerchi è il meglio in quanto a velocità e sicurezza, Namecheap può essere l’hosting che fa al caso tuo.

Come lascia intuire il nome, siamo davanti ad un servizio economico, con tariffe (soprattutto nel caso di quelle annuali), molto concorrenziali.

Sono previsti tre piani di abbonamento per un hosting WordPress: il primo, EasyWP Starter, costa 6,79 euro al mese (primo mese gratuito), o in alternativa 35,33 euro l’anno; il secondo, EasyWP Turbo, 13,05 euro mensili (primo mese gratuito) o con piano annuale da 59,64 euro; il terzo ed ultimo, EasyWP Supersonic, 20,14 euro al mese o 69,77 euro annuali.

In tutti e tre i casi si otterrà un servizio di hosting caratterizzato da tempi di caricamento che sono tra i migliori sul mercato, un eccezionale supporto h24 7 giorni su 7, migrazione e dominio gratuiti.

In base al piano scelto si avranno a disposizione 10, 50 e 100 GB di storage su SSD. I tre abbonamenti sono consigliati, rispettivamente, per siti da 50.000, 100.000 e 200.000 visite mensili.

Vedi le offerte hosting su Namecheap.

I migliori hosting per WordPress economici

IONOS

Il servizio di hosting di IONOS è perfetto per chi vuole abbattere le spese iniziali al minimo. Tutti gli abbonamenti, infatti, costano il primo anno solo 1 euro al mese.

È impossibile trovare un hosting WordPress economico più conveniente, che permette di risparmiare nell’immediato per poi pagare cifre maggiori quando il sito (o i siti) hanno già ingranato la marcia.

I tre piani, a partire dal tredicesimo mese in poi costano rispettivamente 4, 8 e 12 euro mensili. Lo spazio a disposizione dell’utente varia da 25 a 75 GB, ma sempre su SSD: la velocità è uno dei punti di forza di IONOS, che promette prestazioni fino a 3 volte maggiori rispetto alla precedente generazione di hosting WordPress.

Ne sono conferma anche le ottime risorse hardware a disposizione dell’utente: anche con il pacchetto più economico ci sono 9 GB di RAM dedicati, che salgono a 15 GB con i piani premium.

Questi aggiungono anche i backup giornalieri automatici con Jetpack e il plugin di caching. Il dominio, invece, è sempre incluso, anche con il piano base da 4 euro mensili (1 euro fino al dodicesimo mese).

Bluehost

Un altro servizio di hosting super economico che mi sento di consigliarti è quello di Bluehost. Il piano più economico costa, in offerta, 3,01 euro al mese (tasse incluse).

Per questa cifra ha veramente ottime caratteristiche. Lo spazio, ad esempio, è pari a 50 GB. Soluzione interessantissima, nei due piani più costosi (entrambi in offerta, al momento, a 7,60 euro mensili) lo spazio a disposizione dell’utente è addirittura illimitato.

hosting wordpress bluehost

Anche in questo caso la registrazione del dominio è inclusa nel pacchetto, ma solo per un anno. Per sempre gratuiti sono invece l’installazione di WordPress, il certificato SSL è l’assistenza 24/7, così come gli aggiornamenti automatici.

Non è il servizio di hosting più completo sulla piazza, certo, ma ha un rapporto qualità prezzo davvero invidiabile.

Aruba

Aruba è senza dubbio uno dei provider più famosi in Italia, ed è anche uno di quelli con i costi iniziali più bassi.

Merito dell’offerta lancio che permette di acquistare un anno di hosting per WordPress a 9,99 euro + IVA, ovvero a poco meno di un euro al mese. Certo, il prezzo sale poi a 36 euro l’anno, ma resta comunque molto concorrenziale.

Del resto il servizio offerto da Aruba è veramente ottimo: il dominio è incluso nell’abbonamento e WordPress è preinstallato. L’utente ha a disposizione 5 caselle mail da 1 GB e un database MySQL da 1 GB.

Inclusi nel servizio sono anche i backup automatici giornalieri, una feature quasi sempre a pagamento o riservata ai piani più costosi, la rimozione dei malware e gli aggiornamenti automatici.

Il piano di Aruba è un’ottima soluzione per ridurre le spese di lancio al minimo e godere di un provider con decenni di esperienza nel settore.

NameHero

Molto interessanti sono anche i piani offerti da NameHero che, quanto a web hosting, offre senza dubbio alcune delle tariffe più concorrenziali sul mercato.

L’abbonamento base, chiamato Starter Cloud, viene proposto a 2,51 dollari mensili. A seguire si trovano altri tre piani (Plus Cloud, Turbo Cloud e Business Cloud) che costano rispettivamente 4,92, 7,58 e 11,38 dollari al mese.

La caratteristica interessante è che in tutti i casi si avrà a disposizione uno storage illimitato (su SSD per i due abbonamenti più economici, su NVMe per i due più costosi). A cambiare sono invece le risorse dedicate: la RAM, ad esempio, va da un minimo di 1 GB a un massimo di 4 GB in base al piano scelto.

La migrazione del sito è sempre inclusa nel prezzo: i piani Turbo e Business includono inoltre strumenti di sicurezza avanzata per WordPress e prestazioni maggiori.

Vedi le offerte hosting su Namehero

Cos’è un hosting WordPress

Quando un sito web viene pubblicato online è necessario uno spazio dove immagazzinare tutti i dati in esso contenuti.

Ogni elemento del sito, infatti, occupa una certa quantità di memoria. L’hosting non è altro che un servizio grazie al quale è possibile affittare lo spazio su cui verrà poi ospitato il sito.

Dal punto di vista tecnico l’hosting è basato su computer dotati di una elevatissima quantità di memoria, chiamati server.

Il provider, ovvero chi fornisce il servizio di hosting, permette agli utenti di “noleggiare” per un certo periodo di tempo parte di questo spazio, a fronte del pagamento di un abbonamento, il cui costo varia anche in base alla quantità di memoria e alla durata.

Non sono gli unici fattori ad influire sul prezzo: come vedremo più avanti ci sono altre caratteristiche che rendono gli hosting più o meno costosi.

Alcuni server sono migliori di altri, e permettono di raggiungere velocità maggiori, così che il proprio sito sia visitabile con più soddisfazione da parte degli utenti.

Nel caso gli degli hosting WordPress il provider mette a disposizione di chi affitta uno spazio anche dei servizi dedicati all’installazione e alla gestione di questo CMS.

Del resto si tratta dello strumento più popolare di sempre per creare e controllare il proprio sito web: scegliere un hosting che lo offra integrato permette di risparmiare tempo e fatica.

Il miglior hosting WordPress si spinge anche oltre: comprende non solo lo spazio e l’installazione di WordPress, ma anche il dominio.

Il dominio è l’indirizzo che permette di raggiungere il tuo sito.

È univoco, ovvero tuo e soltanto tuo, e per questo comprarne uno ha dei costi. Per fortuna, però, spesso sono coperti dal provider e rientrano nel piano di hosting scelto.

Vedi anche: come creare un sito con WordPress.

Come scegliere il miglior hosting per WordPress

La scelta dell’hosting per WordPress non è affatto scontata. C’è da dire che il mercato è anche abbastanza saturo di servizi simili rendendo difficile, soprattutto per un principiante, capire quale sia effettivamente il più conveniente.

Scegliere l’uno piuttosto che l’altro è anche una questione di prezzi.

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, gli hosting possono essere più o meno costosi. Ci sono quelli che offrono abbonamenti da pochi euro al mese, mentre altri richiedono una spesa notevole.

Similmente, sono anche le nostre necessità a influenzare la scelta. Se devo creare un solo sito personale di certo non ho bisogno di acquistare un pacchetto aziendale da migliaia di euro che è invece pensato per chi gestisce decine, centinaia di siti.

Del resto, se il mio obiettivo è avere un semplice blog, ho bisogno di molte meno cose rispetto a chi deve mettere in piedi una rete di e-commerce e necessità di un certo livello di sicurezza visti i dati in ballo (inclusi quelli di pagamento e legati agli account personali).

Ciò detto, queste che leggerai tra poco sono alcune delle caratteristiche principali su cui basare la selezione del tuo hosting:

  • Velocità: indifferentemente dall’uso che farai del tuo sito, è buona cosa scegliere un hosting che permetta di avere buone velocità di navigazione. Un sito lento viene scartato a priori: se il caricamento impiega più di qualche frazione di secondo, fidati, gran parte degli utenti rivolgeranno la loro attenzione altrove.
  • Risorse: quanti GB di spazio ho a disposizione? Quante caselle email legate al sito? In base al provider e al piano scelto questi fattori possono cambiare sensibilmente. Fai una stima di quello che ti serve per realizzare il tuo sito e usala per capire quale hosting fa di più al caso tuo.
  • Assistenza: non tutti i provider offrono la stessa assistenza ai propri clienti. In questo aiutano molto anche le recensioni: prova a capire quali piattaforme hanno un servizio di supporto migliori e sono in grado di aiutarti in caso di necessità.
  • Backup: spesso salvano la vita. Alcuni hosting offrono i backup automatici (anche giornalieri), garantendoti così la possibilità di recuperare una versione precedente del tuo sito qualora dovessi malauguratamente avere problemi con quella attuale.

Conclusioni

WordPress è senza dubbio uno dei servizi più importanti per chi crea e gestisce siti web.

Ha permesso di ridurre notevolmente i tempi, al punto che anche un principiante può in pochi minuti lanciare online un sito che sia funzionale e anche esteticamente gradevole.

Con i migliori temi WordPress, infatti, si ha accesso a migliaia di template già pronti che vanno solo personalizzati in base alle proprie esigenze e ai propri gusti. Molti sono addirittura gratuiti!

È impossibile non consigliare questo CMS, che ha anche il vantaggio di poter contare su una community enorme (parliamo di milioni di utenti che lo utilizzano quotidianamente) e tantissime risorse disponibili.

Io stesso lo utilizzo e lo consiglio a tutti i miei studenti. Non caso è protagonista di alcune lezioni del mio corso sull’affiliate marketing ROIBOOK NRG che, tra le altre cose, insegna anche come lanciare online il proprio sito e utilizzarlo per iniziare a guadagnare con le affiliazioni.

Domande frequenti sui migliori hosting WordPress

Quale è il miglior hosting?

Non esiste un miglior hosting in assoluto. La scelta deve essere guidata in base alle proprie esigenze e al budget a disposizione. Ci sono tuttavia dei servizi come SiteGround che possono contare su un’ottima assistenza e piani molto concorrenziali, e che quindi sono assolutamente consigliati.

Quanto costa fare un sito con WordPress?

I costi necessari alla creazione di un sito con WordPress non sono fissi. Il CMS in sé è gratuito, ma è necessario pagare un servizio di hosting e l’acquisto di un dominio internet (che però, spesso, è incluso dal provider che fornisce l’hosting). I piani più economici partono da pochi euro al mese.

Cosa sono gli hosting WordPress?

Gli hosting WordPress sono dei servizi che permettono di ospitare il proprio sito sui server di un gestore chiamato “provider”. L’hosting WordPress, a differenza di quello tradizionale, include nell’abbonamento anche l’installazione e la gestione del CMS.

Cos’è un hosting gestito?

L’hosting gestito è un tipo di servizio che scarica sul provider la responsabilità di alcune azioni di routine (come ad esempio la gestione dei backup e degli aggiornamenti del CMS). Permette all’utente di risparmiare tempo e di intervenire molto meno spesso sulla manutenzione del sito.

Aiuta chi conosci a capire questi argomenti

Accedi alla Masterclass Gratuita

Come guadagnare online vendendo qualsiasi prodotto/servizio esistente….senza averne uno!​
Dichiaro di aver letto ed accettato la Privacy Policy