Migliori ecommerce 2024: le caratteristiche dello store perfetto

Quali sono i migliori eCommerce del momento? Quali sono i prodotti che è più facile vendere online e che garantiscono i migliori margini di guadagno?

Queste sono solo alcune delle domande che vengono poste più di frequente nel mondo delle vendite online. Dare delle risposte in grado mettere d’accordo tutti è un’impresa difficile, se non impossibile.

Quello che è possibile, invece, è trovare delle linee guida generali per capire come deve essere fatto un eCommerce capace di conquistare il mercato odierno. Aspetti come il design e l’esperienza utente, così come il marketing e l’advertisement, concorrono al successo o meno di un portale di vendita online.

Non meno importante è la scelta dei prodotti da vendere. Alcuni di questi, come i prodotti digitali, permettono di generare facilmente ricavi elevati in poco tempo, semplificando significativamente la creazione dell’eCommerce e il processo di vendita.

Migliori siti ecommerce 2024

Fare una lista dei migliori siti eCommerce del momento non ha molto senso, sia perché se ne trovano già tante in giro (più o meno condivisibili quanto ai criteri utilizzati), sia perché si finirebbe col leggere sempre i soliti nomi dei colossi del settore. irraggiungibili e ineguagliabili per chi non ha risorse illimitate.

Molto più senso ha capire quali sono le caratteristiche che, oggi, rendono un sito eCommerce “perfetto”, dove per perfezione si intende la capace di distinguersi dalla massa e di offrire al pubblico un modello vincente per la vendita di prodotti, sia fisici che digitali.

Le caratteristiche di un sito ecommerce “perfetto”

Tracciare l’identikit del miglior sito di eCommerce non è facile, ma non è neppure impossibile.

Certo, ci sono opinioni contrastanti su alcune delle caratteristiche che un eCommerce di successo dovrebbe avere, ma è possibile definire a grandi linee una lista di attributi che, negli anni, hanno dimostrato di essere indispensabili per raggiungere risultati importanti nelle vendite online.

Aspetto e User Experience

L’aspetto dell’eCommerce e la User Experience, che potremmo anche definire “usabilità”, sono due degli aspetti che maggiormente vanno tenuti in considerazione.

Un eCommerce è, prima di ogni altra cosa, un sito web, e come tale deve rispettare tutti quei requisiti che vengono imposti ad un sito.

Deve essere accattivante e bello da vedere, potendo contare su un’estetica curata e coerente. Nell’ultimo decennio il livello qualitativo dei siti web è cresciuto esponenzialmente, fino a farli diventare, in molti casi, dei piccoli capolavori di design.

Per fortuna, parallelamente alla qualità dei siti è cresciuta anche quella delle piattaforme che permettono di realizzarli.

Grazie ai tanti site builder e temi attualmente a disposizione, molti dei quali gratuiti o con un costo irrisorio, è possibile realizzare facilmente un eCommerce con una grafica curata, in grado di catturare l’attenzione del visitatore.

Il portale non deve, però, essere bello solo da vedere, ma anche da usare. Qui entra in gioco la User Experience: ogni elemento, ogni menù, ogni scheda prodotto devono essere realizzati tenendo a mente che l’obiettivo è invogliare il visitatore a restare a lungo sull’eCommerce e, soprattutto, ad acquistare quanti più prodotti possibile.

L’unione tra qualità del design e usabilità permette di dar vita ad un sito capace di convertire in acquirenti un’elevata percentuale di visitatori.

Per riuscirci è indispensabile non lasciare nulla al caso: testi coinvolgenti, foto e video ad alta risoluzione, schede tecniche dettagliate, ma anche reattività e fluidità nei caricamenti sono elementi da non trascurare se si punta al successo.

Marketing e Brand Identity

Tutti i migliori eCommerce possono contare su un’accurata strategia di marketing e su una solida Brand Identity.

L’eCommerce in sé, per quanto ben realizzato, è solo un punto di approdo. Anche il migliore dei portali di vendita si rivela inutile se verso di esso non viene indirizzato un flusso costante di visitatori.

Per farlo è necessario, prima ancora di strutturare l’eCommerce, creare una strategia di marketing vincente. Questa deve fare uso dei dati provenienti dalle analisi di mercato e di tutti gli strumenti di promozione online attualmente disponibili.

Grazie all’analisi di mercato è possibile conoscere il settore in cui ci si intende inserire, i punti di forza e di debolezza della concorrenza, i principali prodotti e il target a cui rivolgersi.

Questi dati empirici sono indispensabili per capire come muoversi inizialmente e come farsi spazio tra i competitor, così da imporre il proprio eCommerce come punto di riferimento per una determinata nicchia del mercato.

Per attrarre nuovi clienti, è indispensabile strutturare anche una campagna pubblicitaria vincente, meglio ancora se utilizzando più canali.

I social sono indubbiamente una fonte importante di traffico, così come lo è l’advertisement su siti e motori di ricerca, o come lo sono altre fonti spesso ignorate, come l’email marketing, che permettono di raggiungere facilmente tantissime persone con costi minimi.

Non meno importanti sono le strategie SEO che, soprattutto collegando un Blog all’eCommerce vero e proprio, permettono di intercettare traffico sui motori di ricerca in modo organico e del tutto gratuito.

L’attività promozionale permette di rendere noto il proprio eCommerce al pubblico, e di costruire nel tempo una forte Brand Identity, ispirando fiducia nei consumatori.

Spedizioni e assistenza

Il ruolo di un eCommerce non si esaurisce al momento dell’ordine. Al gestore spetta il compito di occuparsi della spedizione e dell’assistenza post vendita, che include anche eventuali resi e richieste di rimborso.

Quanto alle spedizioni, è un dato di fatto che il successo di un eCommerce dipenda dalla sua celerità nel far arrivare i prodotti a casa del cliente e nella sua capacità di rendere i servizi di consegna economicamente vantaggiosi.

I prezzi delle spedizioni non vengono decisi dall’eCommerce, che per inviare i propri prodotti deve affidarsi ad uno o più spedizionieri. È possibile, però, strappare accordi particolarmente vantaggiosi nel caso si garantisca un certo numero di spedizioni in un dato arco di tempo.

migliori ecommerce spedizioni

L’eCommerce può inoltre decidere di adottare una politica di consegna vantaggiosa per l’acquirente, stabilendo ad esempio un importo di ordine minimo oltre il quale la spedizione è gratuita.

Questo meccanismo è usato dalla maggioranza dei siti di vendita online, e ha il duplice vantaggio di invogliare l’utente a piazzare l’ordine (eliminando i costi di spedizione) e di spingerlo ad acquistare una quantità maggiore di prodotti per raggiungere la soglia minima alla spedizione gratuita.

Poiché molti eCommerce propongono spesso gli stessi prodotti (e a prezzi simili se non identici) sono proprio i costi e i tempi di spedizione che spesso fanno in modo che il visitatore scelga un portale piuttosto che un altro.

Altro elemento preso in considerazione dai clienti è la possibilità di effettuare il reso gratuitamente, di essere rimborsati e di ricevere assistenza da parte del venditore.

Anche in questo caso occorre trovare la giusta via di mezzo tra un servizio di resi e assistenza di buona qualità, che aumenti la fiducia negli acquirenti, e un eccessivo dispendio di risorse, che potrebbe addirittura portare l’eCommerce in perdita. Le politiche di reso troppo permissive possono essere controproducenti, e possono mettere in difficoltà anche colossi del settore, com’è accaduto ad Amazon negli ultimi anni.

Come migliorare un eCommerce

Chi ha già un sito di vendita, ma non è soddisfatto dai risultati ottenuti, potrebbe essere interessato alle strategie per aumentare le vendite di un eCommerce.

Queste consistono in una serie di provvedimenti da adottare per migliorare il proprio eCommerce, così da raggiungere un pubblico più ampio e riuscire a vendere più prodotti e ad un costo maggiore.

Dando per scontate tutti i miglioramenti tecnici di cui abbiamo già parlato (ottimizzazione del sito in termini di reattività e navigabilità), è possibile intervenire sulla strategia di marketing adottata.

In molti casi può essere conveniente fare una nuova analisi di mercato, per capire se possono esserci problemi nella nicchia, nel target e nei prodotti scelti.

In assenza di errori evidenti, è possibile optare per una strategia di retargeting, che consiste nel provare a riconquistare, con pubblicità mirate, tutti gli utenti che hanno già visitato il sito ma non hanno concluso l’ordine.

Il retargeting può fare anche uso di promozioni e sconti esclusivi: questi sono un’ottima esca sia per ricatturare l’attenzione dei vecchi visitatori, sia per attrarne di nuovi.

Un grande miglioramento si può ottenere anche dalla fidelizzazione dei clienti. È importante tenere a mente che l’errore più grande che si possa commettere è abbandonare gli utenti che hanno già fatto un ordine.

Tutte le statistiche del settore, infatti, mostrano come il successo degli eCommerce dipenda anche e soprattutto dai clienti fidelizzati e che, soddisfatti della prima esperienza d’acquisto, continuano a ordinare prodotti in modo costante, garantendo una solida base.

Ecommerce e vendita di prodotti digitali: perché è una scelta vincente

Inutile negarlo: chi pensa ad un eCommerce pensa ad un portale in cui vengono venduti prodotti fisici.

Che siano scarpe, televisori, cosmetici, poco importa: all’idea di eCommerce associamo quella di negozio virtuale che propone della merce e la spedisce direttamente a casa dell’acquirente.

In realtà, con gli eCommerce è possibile vendere anche un altro tipo di prodotti, quelli digitali. A dirla tutta questo settore è stato protagonista, negli ultimi anni, di un vero e proprio boom, che ha fatto schizzare alle stelle l’interesse verso questo tipo di prodotti.

Di che si tratta? I digital products (in italiano, prodotti digitali) sono quei prodotti che non esistono fisicamente, ma solo in formato digitale, e cioè in forma di file di vario tipo.

In questa categoria rientrano un gran numero di contenuti: si va dalle foto agli eBook, ma anche plugin e template per software, corsi e webinar, e molto altro ancora.

Qualsiasi cosa può essere creata digitalmente, può essere al tempo stesso venduta in modo digitale, con enormi vantaggi rispetto ai classici sistemi di vendita fisica.

I vantaggi dei prodotti digitali

Alcuni di questi sono facilmente intuibili. Non essendo una merce fisica, che come tale ha un certo peso e un certo volume, il prodotto digitale può essere consegnato istantaneamente e senza costi aggiuntivi al compratore.

Basta un semplice link di download, o equivalentemente l’accesso ad una pagina riservata. Non è quindi necessario preoccuparsi delle spedizioni (che, per gli eCommerce, rappresentano una spesa notevole), né di tutta la logistica correlata.

Non ci sono pacchi da preparare, non c’è una magazzino da gestire (con un ulteriore risparmio sui costi), non c’è neppure un vero inventario di cui tenere conto.

I prodotti digitali, infatti, sono infinitamente (e gratuitamente) replicabili, e quindi non danno problemi legati alla loro disponibilità. Sta al venditore decidere quante copie destinare alla vendita, se infinite, o se limitate per aumentarne il valore.

ecommerce prodotti digitali

Creare un eCommerce basato sulla vendita di prodotti digitali è più facile ed economico rispetto a crearne uno tradizionale: non a caso si rivela una scelta vincente anche per i principianti assoluti.

I prodotti digitali, inoltre, offrono margini di profitti ben più elevati rispetto ai prodotti fisici. Non solo perché i costi di gestione della vendita sono minori, ma anche perché il rapporto costo/prezzo di vendita è maggiore, e perché in molti casi è possibile autoprodurli.

La creazione dei prodotti digitali, grazie all’Intelligenza Artificiale, è ora un processo alla portata di tutti, anche di chi non ha particolari competenze.

Questo significa che chiunque può creare in pochi minuti un prodotto digitale originale, caricarlo sul proprio eCommerce e venderlo iniziando subito a guadagnare, senza dover tenere conto dei fornitori e dei problemi che spesso creano.

Se vuoi saperne di più, clicca sul pulsante in basso per accedere alla lezione gratuita che ho realizzato sui prodotti digitali, sulla loro creazione e sulla loro vendita online.

Conclusioni

Il giro d’affari che ruota attorno alle vendite online cresce di anno in anno, raggiungendo cifre sempre più astronomiche. In Italia potrebbe superare, nei prossimi anni, il tetto dei 100 miliardi di euro.

È sbagliato, quindi, credere che il mercato sia arrivato ad un punto di saturazione. È vero, però, che in alcuni settori la concorrenza è diventata estremamente agguerrita, lasciando pochissimo spazio ai nuovi eCommerce.

Per questo è necessario scegliere attentamente la nicchia in cui inserirsi, optando per segmenti del mercato che offrono ancora una buona possibilità di inserimento e di crescita.

Quello dei prodotti digitali, ad esempio, sta vivendo una crescita incredibile, con una richiesta che supera abbondantemente l’offerta attuale.

Vendere prodotti digitali oggi significa aver accesso ad una platea di potenziali acquirenti che cresce quotidianamente, con una concorrenza minima e con possibilità di guadagno molto elevate.

I digital products sono destinati a diventare, nel giro di pochi anni, il prodotto più richiesto sul web: permettono di spaziare in tantissimi settori, di rivolgersi potenzialmente ad ogni acquirente e di svincolarsi dai fornitori tradizionali, grazie anche ai nuovi tool offerti dall’Intelligenza Artificiale.

Domande frequenti sui migliori ecommerce

Quali sono i migliori eCommerce?

I migliori eCommerce sono quelli che offrono al visitatore un’ottima esperienza d’uso, facendo della chiarezza delle condizioni e della precisione della scheda dei prodotti il loro maggiore punto di forza.

Quale piattaforma usare per eCommerce?

Le piattaforme per eCommerce semplificano la creazione del portale di vendita. Alcune delle piattaforme più usate in questo settore sono Shopify, WooCommerce e Prestashop.

Dove si vende di più online?

I marketplace, come Amazon ed Etsy, permettono di raggiungere velocemente un elevato numero di utenti. Nel caso di eCommerce personali, sono i prodotti digitali ad ottenere al momento il maggiore interesse da parte dei compratori.

Aiuta chi conosci a capire questi argomenti

Accedi alla Masterclass Gratuita

Come crearsi un business di prodotti digitali

Dichiaro di aver letto ed accettato la Privacy Policy