SureCart: recensioni e opinioni dell’alternativa a WooCommerce

Uno dei motivi che ha portato WordPress ad essere il CMS più utilizzato al mondo è, senza dubbio, la quantità enorme di risorse e plugin che mette a disposizione dell’utente. A questi, da qualche mese, si è aggiunta una piacevolissima novità: SureCart.

È un plugin pensato per integrare nel proprio sito web un sistema per la creazione e la vendita dei prodotti, oltre che per la gestione dei pagamenti.

SureCart somiglia per molti punti di vista al più noto WooCommerce, che per questo tipo di operazioni è senza dubbio il plugin per WordPress più utilizzato, ma se ne differenzia per alcune caratteristiche che lo rendono più comodo e versatile, soprattutto per chi si focalizza sulla vendita di prodotti digitali.

Questo tipo di vendita rientra nel settore dell’infomarketing, che è protagonista del mio corso INFOBOOK.

Cos’è SureCart

SureCart rientra tra le cosiddette soluzioni “headless”, o “senza testa”. Con questo termine vengono indicati tutti i servizi che operano su server esterni per la parte back-end, affidandosi per quella front-end al CMS (in questo caso WordPress).

Per approfondire, vedi anche: migliori hosting WordPress.

I vantaggi di una soluzione simile sono molteplici. Innanzitutto, si ottengono prestazioni maggiori. A differenza di WooCommerce, che si appoggia al sito dov’è installato, con SureCart tutte le operazioni che riguardano gli ordini e i pagamenti vengono elaborate su server esterni (quelli di SureCart, appunto).

surecart cos è

In questo modo non si va ad intaccare la velocità del sito, migliorando al tempo stesso anche la sicurezza dei dati degli utenti (che vengono gestiti sempre da SureCart) e semplificando per l’amministratore la gestione dei database.

Il plugin permette quindi di concentrarsi solo sul front-end del sistema di vendita, ovvero di occuparsi della creazione dei prodotti e dei moduli di checkout. Per iniziare ad usarlo, puoi scegliere uno dei piani di SureCart in offerta.

Per chi è pensato SureCart

SureCart si adatta bene a qualsiasi sito che necessiti di un sistema pratico e veloce per gestire le vendite e i pagamenti, ma è particolarmente indicato per chi fa infomarketing e si occupa principalmente di vendere prodotti e servizi digitali.

Rispetto a WooCommerce è sin da subito pronto per gestire vendite di questo tipo, senza la necessità di installare altri plugin o moduli esterni.

Basti pensare al fatto che SureCarts integra già un sistema di pagamenti che prevede, oltre alla soluzione una tantum, anche i pagamenti a rate e gli abbonamenti.

È facile capire quanto una soluzione simile sia comoda per chi vende corsi o per chi offre delle vere e proprie lezioni online. È perfetto anche per chi si affida al sostegno finanziario dei propri sostenitori, funzionando come un’alternativa a Patreon o a piattaforme simili, con il vantaggio di potersi autogestire completamente e non avere l’obbligo di pagare alcuna commissione.

Al momento, invece, non è ancora adatto alla gestione di vendite che prevedono l’acquisto simultaneo di molti prodotti diversi (nell’ordine delle centinaia), come ad esempio accade ai rivenditori di prodotti fisici. Il plugin è in costante aggiornamento, ed è probabile che nei prossimi mesi migliorerà anche da questo punto di vista.

Come funziona il Plugin

SureCart ha il pregio di essere un plugin molto semplice da utilizzare, a partire dall’installazione. Poiché si affida ad un servizio esterno per le gestione del back-end, è necessario creare un account da collegare al proprio sito WordPress.

È un’operazione che non richiede più di qualche minuto, e che permette di portare a termine le operazioni preliminari, come ad esempio il collegamento al proprio gestore dei pagamenti (PayPal e/o Stripe). Al termine del processo si otterrà una chiave API da inserire nel plugin SureCart per WordPress, così da collegare univocamente il sito all’account.

Fatto questo, non resta che iniziare con la creazione vera e propria dei prodotti. Nulla di più intuitivo: SureCart permette di scegliere il nome del prodotto, l’immagine da mostrare e, nel caso si tratti di prodotti digitali, il file da allegare come download.

L’aspetto interessante che distingue questo da altri plugin, è l’ampia scelta che si ha quando si tratta di scegliere i sistemi di pagamento. SureCart, infatti, offre sia i pagamenti una tantum che le rate e gli abbonamenti.

Nel primo caso, è possibile scegliere tra un importo fisso e l’opzione “Allow customers to pay what they want”, ovvero “Permetti ai clienti di pagare quello che vogliono”. Questa opzione fa in modo che sia il cliente a scegliere quanto pagare per il tuo prodotto, ed è una soluzione piuttosto popolare tra i creator digitali.

surecart pagamenti

Soprattutto se si tratta di prodotti di poco valore, infatti, conviene rimettere alla generosità dell’utente l’importo del pagamento, evitando di dover chiedere cifre irrisorie.

Questa opzione è disponibile anche per gli abbonamenti, di cui si può personalizzare l’importo del singolo pagamento, la frequenza mensile, il numero di rate e molto altro ancora, inclusa la possibilità di inserire un periodo di prova gratuito.

Checkout

Anche la creazione dei moduli di pagamento è veloce e intuitiva. SureCart permette sia di creare un checkout globale, da usare come standard per tutti i prodotti, sia di creare moduli personalizzati per le singole transazioni.

Sono chiamati “Forms” e, inizialmente, è possibile scegliere tra tre template già pronti all’uso. Non manca la possibilità di personalizzarli, usando come editor il page builder Gutenberg.

Va sottolineato che SureCart offre anche un ottimo sistema per la gestione dell’IVA e delle imposte in generale, semplificando di molto la vendita di prodotti in Unione Europea grazie alle opzioni riguardo l’EU VAT.

Il checkout così creato può essere integrato in qualsiasi in pagine e post, sia utilizzando l’apposito blocco, sia attraverso lo shortcode che viene generato per ogni modulo di pagamento, e che è compatibile con tutti i temi e tutti i page builder (incluso Elementor).

SureCart vs WooCommerce

SureCart e WooCommerce, come già anticipato, sono due plugin con caratteristiche comuni, ma che a ben vedere sono molto diversi tra loro.

WooCommerce nasce come plugin generalista per aggiungere al proprio sito un sistema per la creazione e la vendita di prodotti. Si adatta praticamente a ogni tipo di transazione online, dall’abbigliamento alle consulenze, ma proprio questa sua versatilità lo rende difficile da sfruttare al meglio in contesti specifici.

Non a caso chi usa WooCommerce sa bene che dovrà acquistare delle estensioni a pagamento per riuscire a fare quello che vuole fare. Questo significa non solo spendere soldi in più, ma anche impiegare il proprio tempo per capire come queste estensioni funzionano.

SureCart, invece, è una soluzione all-in-one tarata alla perfezione per la vendita dei prodotti digitali. Con la crescita dell’infomarketing sono sempre di più le persone che hanno la necessità di vendere infoprodotti, che siano corsi, libri o consulenze.

SureCart offre un’alternativa che fino ad oggi mancava, in grado di abbattere i tempi e i costi. Rispetto a WooCommerce, che per farlo deve essere affiancato da un plugin come CartFlows, SureCart permette anche di mettere in piedi dei veri e propri funnel di vendita personalizzando il processo di acquisto in base al prodotto scelto.

Un’altra differenza tra i due plugin riguarda i prezzi. Entrambi offrono una versione gratuita, ma quella di SureCart risulta essere più completa di quella di WooCoomerce, che senza estensioni e moduli aggiuntivi offre veramente pochissime possibilità di personalizzazione.

Anche passando ai piani a pagamento, sebbene il confronto sia difficile vista la diversa natura dei due plugin, ci accorgiamo che SureCart tende ad essere più conveniente.

surecart prezzo

Propone tre piani (oltre alla versione gratuita): Startup, Business e Pro. Costano, rispettivamente, 99, 199 e 399 dollari l’anno. Salvo esigenze molto specifiche, già il piano Startup sembra essere un’ottima soluzione professionale, con una spesa veramente minima (meno di dieci euro al mese).

Al contrario, e chi usa WooCommerce lo sa, per processi di vendita più avanzati con questo plugin o per siti con volumi importanti è facile arrivare a spendere anche diverse centinaia, se non migliaia di euro l’anno.

Giudizio conclusivo

SureCart è senza dubbio uno dei plugin più interessanti per la creazione dei prodotti e per le vendite in online.

Una piacevole novità, che ha fatto il suo debutto a fine 2022, ma che sta già raccogliendo ampi consensi.

Viene spesso presentato come rivale di WooCommerce ma, come abbiamo visto, i due plugin sono pensati per scopi diversi. WooCoomerce è un plugin più generalista, che con la sua miriade di estensioni si adatta praticamente a tutto, anche alla creazione di e-commerce su larga scala, con migliaia di vendite al giorno.

SureCart, invece, è una soluzione più di nicchia, molto focalizzata sulla vendita di prodotti digitali. Da questo punto di vista è praticamente imbattibile, ed è per questo che lo consiglio soprattutto a chi fa infomarketing.

È una soluzione pronta all’uso, che integra sin da subito tutti gli strumenti necessari per mettere in piedi dei funnel di vendita personalizzati e che ruotano attorno ad un infoprodotto, come un ebook o l’abbonamento ad un corso. Se sei interessato all’argomento, ti rimando al mio corso INFOBOOK.

Aiuta chi conosci a capire questi argomenti

Accedi alla Masterclass Gratuita

Come guadagnare online vendendo qualsiasi prodotto/servizio esistente….senza averne uno!​
blank
Dichiaro di aver letto ed accettato la Privacy Policy